Una semplice considerazione sull'allattamento...

conigli O4Si sentono dire tante cose in merito all'allattamento al seno:ormai, ognuno ne sa più di un altro...

Corrono leggende metropolitane, aneddoti locali, antichi sapere, nuove scoperte e conoscenze. Si crea una sorta di torre di Babele:” A me hanno detto così, però la mia amica ha fatto in altro modo...Il pediatra mi ha suggerito questo e l'ostetrica quest'altro... Ed io, ora, cosa faccio?”

Povere mamme! Già si vive il puerperio con tanta paura di sbagliare, con la sicurezza di aver molto da imparare, con una nuova, delicata e sconosciuta creatura tra le braccia...

A volte, io credo, poche parole chiare, semplici e dirette possono fare molto più di tanti discorsi prosaici.

Una neomamma ha bisogno di certezze che rassicurino lei ed il suo cucciolo.

Ecco allora che una frase del mitico, a parer mio, Carlos Gonzales, può riassumere in modo assai spettacolare un'enorme quantità di informazioni inerenti all'allattamento al seno.

Ve la riporto:

“La mamma coniglio lascia i suoi piccoli nella tana e li allatta una o due volte al giorno. Per passare così tanta ore senza nutrirsi, i cuccioli hanno bisogno di un latte molto concentrato: contiene, infatti, il 13 % di proteine e il 9 % di grassi: I cuccioli della capra vanno con la madre dovunque e poppano quasi di continuo. Pertanto il latte di capra ha soltanto circa il 2,9% di proteine e circa il 4,5% di grassi. ( A proposito, il latte materno ha, all'incirca, lo 0,9% di proteine ed il 4,2% di grassi. Con queste quantità, quanto tempo pensi che un bambino possa resistere tra una poppata e l'altra?“

Io credo che Gonzales abbia risposto a tante domande con questa semplice affermazione....

Voi che dite?

 da "Bésame mucho, come crescere i tuoi figli con amore" di Carlos Gonzales