Della “zebra a pois” ne avevo sentito già parlare, anzi cantare, ma dei “bambini a pois”, non ancora. Da circa una settimana la mia bimba di un mese ha iniziato a presentare dei puntini bianchi con alone rosso su alcune zone del viso, in particolare sul nasino e sulle guance. Da due giorni a questa parte la stessa irritazione cutanea si è diffusa anche sul collo e sul torace. Per una mamma ogni evento lontano dalla “normalità” è motivo di preoccupazione e questo lo è stato anche per me. Scrivo perciò queste righe per tranquillizzare altre mamme che possono aver vissuto o vivere la mia stessa esperienza. Questi fatidici puntini non sono altro che una manifestazione dell’accumulo degli ormoni materni da parte del neonato. Il nostro cucciolo sta solamente cercando di eliminare l’eccesso di estrogeni che aveva assorbito mediante la placenta nel periodo della gravidanza. D’altro canto, a cosa serve la pelle se non a far da tramite tra il dentro ed il fuori, al fine di eliminare quello che dentro al nostro corpo non è necessario? Tale manifestazione coinvolge principalmente il viso ed il torace, ma talvolta può diffondersi anche fino alla zona inguinale. La risoluzione richiede generalmente un periodo di tempo non troppo lungo, anche in questo caso variabile da bambino a bambino. E’ bene non applicare alcun prodotto sulla pelle ma lasciarla libera di respirare. Personalmente cerco di dare un po’ di sollievo alla mia bambina facendole dei bagnetti in cui ho sciolto dell’amido di riso. Ah, l’amido può essere usato anche sulla pelle asciutta del bambino, al posto del talco. Per il resto, ogni cosa a suo tempo…Unica raccomandazione è quella di controllare che non si verifichino eventuali infezioni su qualche pustoletta.