“Mamma! Mi ha punto una zanzara!”

“Vieni qui che risolviamo subito!”

zanzara tigreSi sa che durante il periodo estivo noi ed i nostri bambini ci troviamo a dover fronteggiare quel fastidiosissimo prurito dovuto alle punture delle zanzare, e non solo... Anzi, molto spesso, dobbiamo anche cercare una soluzione per lenire non solo il prurito, ma anche il gonfiore che si forma sulla zona che è stata punta.

Esistono tanti rimedi di origine naturale che ben si prestano a tale scopo. Inoltre, essendo essi derivati direttamente da alcune piante, sono atossici.

Io ho provato ad utilizzare questi rimedi con le mie bambine e mi sono sempre entusiasmata nel vedere la loro efficacia.

OLEOLITO ALLA CALENDULA

La calendula riesce ad attenuare il prurito delle punture da insetti in tempi brevi. Essa può essere applicata sotto forma di crema, ma anche come oleolito: potete trovare la ricetta per preparavelo in casa confrontando la categoria “Rimedi naturali” di questo sito.

OLIO ESSENZIALE ALLA LAVANDA

Applicando una goccia di questo olio essenziale sulla zona cutanea interessata dalla puntura, sentirete immediatamente una piacevole sensazione di freschezza. Il prurito sarà velocemente attenuato. Inoltre, dato l'intenso profumo della lavanda, così gradito agli umani e tanto detestato dagli insetti, le zanzare vi staranno sicuramente alla larga.

AMARO DI ERBE SVEDESI

Questa preparazione di erbe officinali miste, si rivela un autentico toccasana per contrastare gli effetti indesiderati delle punture delle zanzare.

L'amaro può essere facilmente reperito presso le erboristerie, presso negozi di prodotti biologici, ma può anche essere preparato in casa.

Basta applicarlo direttamente sulla zona da trattare o anche appoggiare sulla cute un fazzolettino o una garzina imbevuta di amaro.

Il prurito?...Un ricordo, in un secondo.

Il gonfiore?...Sparito poco dopo.

Sì, l'amaro di erbe svedesi è un vero e proprio rimedio miracoloso!

E' possibile metterne un po' in un piccolo flaconcino dotato di beccuccio a spruzzo, in modo da averlo sempre pronto in borsa per qualsiasi evenienza.

L'amaro contrasta il gonfiore ed il prurito non solo delle punture delle zanzare, ma anche quello delle api e delle vespe. In questi casi è bene avvolgere con della pellicola trasparente la garza precedentemente imbevuta di amaro. Sentirete che la garzina comincerà a scaldarsi in fretta: starà a significare che l'amaro sta “tirando fuori” il calore dovuto all'infiammazione da puntura.

Tutti questi rimedi possono essere utilizzati anche su bambini piccoli: unica accortezza sarà quella di non esagerare con l'olio essenziale alla lavanda sui neonati. Il suo profumo intenso potrebbe infatti infastidirli.

Sarò ripetitiva, ma non mi stancherò mai di crederci e di gridarlo a gran voce: “Anche in questo caso, la natura ci viene incontro!!!”